Almeno 5 anni?

lettera al ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, On.le Prof. Renato Brunetta

Onorevole Ministro,

le scrivo queste poche righe per portare alla sua attenzione un problema che sta affliggendo me e credo molti altri giovani italiani: le assunzioni nella pubblica amministrazione.

Le riassumo velocemente la mia posizione: mi sono laureato a Venezia all’Università Iuav nel 2004 dopo aver superato con successo i miei primi 4 anni di studi e ben 2 riforme dell’università italiana; mi sono iscritto alla specializzazione in Pianificazione della Città e del Territorio, ho espletato un tirocinio formativo presso una pubblica amministrazione che, dato il mio buon servizio e facendomi seguire alcuni interessanti progetti, mi ha permesso di acquisire alcune professionalità, esperienza e soprattutto pagarmi gli studi e fare esperienza lavorativa nel campo di mio interesse. Nel 2009, dopo aver terminato gli studi e aver lavorato ho conseguito la laurea specialistica. All’inizio di quest’anno ho conseguito l’abilitazione alla professione di pianificatore territoriale. Come molti mi sto dando da fare per cercare un lavoro e sto valutando anche la possibilità di concorrere per alcuni posti della pubblica amministrazione.

Problema: molti fra i bandi di concorso che sto valutando richiedono un’esperienza di almeno 5 anni in una pubblica amministrazione. Come fa un giovane, anche con diverse esperienze alle spalle come me ad avere ALMENO 5 ANNI di esperienza continuativa in una pubblica amministrazione ?

Confido veramente in un suo intervento a garanzia delle opportunità per chi, come me, ha speso molto per studiare e prepararsi e non trova lavoro per tali incredibili ed insuperabili scogli.

RingraziandoLa del tempo che dedicherà a questo mio appello

Le auguro una serena giornata ed un proficuo lavoro.

cordialmente